Pastiera Napoletana

Presentazione

La pastiera è uno dei classici più classici della pasticceria napoletana. Ogni famiglia, però, come accade spesso per ricette molto tradizionali, tende a privilegiare una ricetta, quasi sempre leggermente diversa da quella della zia, della vicina, dell’amica dell’amica. Io ho fatto molte volte questo dolce, e sempre con ricette molto differenti per capire quale fosse quella che più si sposava con le mie papille. Questa ricetta proviene da una mia amica di Benevento, con l’aggiunta di un pò di crema pasticcera nel ripieno. A me è piaciuta da subito e ormai ogni volta che mi cimento nella pastiera, seguo questa ricetta che condivido con voi. Non ne abbiano i napoletani se non ho voluto fare le classiche strisce, ho una piccola mania con le simmetrie! 

Ingredienti
per il ripieno

  • 50 gr zucca candita
  • 550 gr di grano cotto
  • 150 gr di zucchero 
  • 6 uova
  • 500 gr di ricotta mista setacciata (2/3 pecora e 1/3 mucca)
  • 70 gr di crema pasticcera
  • 8 ml di acqua di fiori di arancio 
  • 50 gr arancia candita
  • 100 gr cedro candito
  • 200 ml di latte

Ingredienti
per la base frolla

  • 550 gr di farina
  • 5 tuorli
  • 200 gr di zucchero a velo
  • 200 gr di burro

Preparazione
per il ripieno

1. Bollire il latte con il grano cotto e il burro fino a renderlo una crema. Lasciare raffreddare.

2. Intanto setacciate la ricotta, unire lo zucchero, l’acqua di fiori di arancia e le uova, in ultimo cannella e canditi. 

3. Unire la crema pasticcera e poi il tutto alla di grano cotto. 

Preparazione
per la frolla

1. Lavorare il burro velocemente con lo zucchero senza farlo scaldare troppo.

2. Unite la farina e un tuorlo alla volta. 

3. Riponete la frolla in frigorifero almeno 30 minuti avvolta nella pellicola, non a forma di “palla” per intenderci, ma semistesa, come una piccola pizza, perchè così sarà poi più facile stenderla.

4. Riprendere l’impasto, stenderlo tra due foglie di carta forno e rivestite una teglia tonda di circa 30cm di diametro ( la pastiera, se avanza, è ancora più buona il giorno dopo, quindi non lesinate sulle quantità ).

5. Farcire con il ripieno che sarà abbastanza fluido e arrivare fino al bordo.

6. Poggiare le losanghe o la griglia di frolla e infornare a 180° per circa 70 minuti, eventualmente allungando la cottura per altri 15 minuti nella parte bassa del forno.

Come potete vedere, la pastiera è più buona 24 ore dopo la cottura, quindi è consigliabile farla con anticipo.